Impianto Dentale
Impianti dentali Costi e Tecniche

Uno o più denti mancanti? Scopri come possiamo aiutarti.
impianto dentale

Impianto Dentale e Corona Dentale

€898

Cos'è Un Impianto Dentale?

L’impianto dentale singolo va a sostituire un dente mancante con una soluzione efficace e di qualità.

Gli impianti dentali rappresentano una soluzione stabile e duratura, inseriti nell’osso saranno un sostegno per una corona dentaria (o capsula dentale) fissa, cioè la vera e propria protesi dentale che prenderà il posto del dente mancante.

Questa tecnica ha sostituito l’uso della protesi parziale rimovibile e del ponte che, un tempo, erano le soluzioni più adoperate.
impianto dentale
protesi dentale

Perché fare un intervento di implantologia dentale?

Avere denti sani è importante per una corretta masticazione e per parlare bene.

Inoltre, un sorriso armonico è importante per le persone che lavorano a contatto con il pubblico: la mancanza di denti può rivelarsi fonte di ansia e imbarazzo.

Inoltre chi non ha i denti incontra problemi durante la masticazione condizionando l’alimentazione, fino a complicare la vita quotidiana. Negli anni, perdere i denti crea un progressivo riassorbimento dell’osso alveolare. Per questo esiste l’implantologia dentale. Un implantologo può sostituire i denti persi con gli impianti dentali.

Prenota ora la tua visita specialistica!

Mantenere i tuoi denti in salute è il regalo più grande che puoi farti!

Tempistica per gli impianti dentali

Gli impianti dentali una volta inseriti si ancorano saldamente all’osso attraverso un processo detto osteointegrazione.

Solo ad osteointegrazione avvenuta è possibile caricare gli impianti.

La tempistica per il carico è di 3/4 mesi all’arcata superiore dove l’osso è più morbido e 1/2 mesi per l’arcata inferiore dove l’osso è più duro. La tempistica di carico degli impianti dipende dal tipo di tecnica odontoiatrica utilizzata. Ci vengono in aiuto 2 tecniche odontoiatriche recenti quali: il carico immediato e l’implantologia guidata. Il Carico Immediato permette di avere denti fissi in 24/48 ore dall’intervento. Quando la densità dell’osso lo permette, infatti, è possibile mettere una protesi fissa provvisoria contestualmente all’inserimento degli impianti. In questo modo il paziente, sottoposto all’intervento di chirurgia guidata implantare, può riavere i denti fissi nell’arco di poche ore e ottenere risultati estetici ottimali.

Potrebbe interessarti

Sommario Introduzione alla vite di guarigione La vite di guarigione, è un dispositivo medico che è stato utilizzato per trattare diverse patologie. …

Mai sentito parlare della rigenerazione ossea e del suo ruolo nell'implantologia? Se abbracci la scelta di rimpiazzare i tuoi denti mancanti con impianti dentali, potrebbe esserci un problema: se non hai disponibile sufficiente quantità di osso, il processo implicherebbe l’utilizzo di alcune tecnologie chirurgiche moderne come la rigenerazione ossea.

FAQ

Scopri le domande più frequenti

?

Molti hanno paura del dolore che potrebbe essere causato da un intervento di implantologia. In realtà ogni operazione viene fatta con anestesia locale e il paziente non prova alcun dolore nel momento in cui si effettua l’intervento. Solo in casi particolari è prevista l’anestesia generale. Inoltre la chirurgia guidata al computer offre molti vantaggi per i pazienti che hanno paura del dolore e dell’intervento chirurgico per inserire gli impianti. Infatti garantisce una maggiore predicibilità dei trattamenti con una assoluta minore invasività. Non è più necessario aprire le gengive scollando ampi lembi per inserire gli impianti; ciò consente di evitare: punti di sutura, sanguinamento e discomfort post-operatorio.
Gli impianti dentali possono durare anche tutta la vita. Perché questo si realizzi è però fondamentale seguire i protocolli che verranno consegnati al paziente ad operazione terminata. Bisognerà tenere una corretta igiene dentale e regolari visite di controllo dal proprio dentista accompagnate da igieni professionali.
Il posizionamento dell’impianto è un procedimento breve, l’intero procedimento può richiedere dai 10 ai 15 minuti per inserimento di un singolo impianto.  A seconda di quanti impianti vanno inseriti il tempo richiesto è più o meno lungo.

L’inserimento di un impianto in presenza di un’adeguata quantità di osso e gengiva è una una procedura molto semplice per il paziente.

L’inserimento di un impianto prevede un taglio di pochi millimetri della gengiva, l’esecuzione di un foro nell’osso con una fresa rotante a basso numero di giri, l’avvitamento dell’impianto all’interno del foro e quindi l’applicazione di un paio di punti di sutura.

In caso di mancanza d’osso, si valuta una terapia rigenerativa precedente al posizionamento degli impianti. Un esempio di terapia rigenerativa può essere il grande rialzo (o mini). La tecnica del grande rialzo, senza ledere la mucosa del seno mascellare, ci consente di interire una certa quantità di tessuto osteoinducente, allotropico o entropico. Ovvero andremo a prelevare osso dallo stesso paziente o utilizzaremo del materiale artificiale per indurre la formazione di osso nel sito dove questo viene collocato. Se l’operazione va a buon fine sarà possibile avere osso a sufficienza per inserire gli impianti per sostenere la protesi fissa. Se questo tipo di operazione non è possibile sarà comunque possibile ricorrere ad una protesi removibile.